«

»

giu
30

Yoyofactory – Supernova

Ci sono personaggi del mondo dello yoyo che in pochissimo tempo raggiungono livelli altissimi, uno di questi è Tyler Severance, nel 2007 già campione del mondo 5A, quando da poco il suo nome aveva iniziato a farsi sentire. Si dice che già il buon Steve Brown, quando ancora era in Duncan lo avesse suggerito per la crew, ma evidentemente questo ragazzino era reputato solo una potenziale meteora…e si sbagliavano tutti, perchè Severance oggi è diventato un’icona del 5A, e anche il suo 1A oramai è davvero innovativo, fresco e consistente.

Lo stesso errore della Duncan non lo fece la YYF, che in quatro e quattr’otto lo ha fatto membro del team a tempo pieno, quando lui si barcamenava tra Save Deth e Spyy (che gli dedicò il Train Wreck).

Bando alle ciance, dopo questo breve excursus, arrivamo a parlare del Supernova, Successore del Severe e del Severe 2010, tutti modelli signature del buon Tyler.

Il primo Severe era strano, uno yoyo in metallo, con linea orientaleggiante, con caps trasparenti e disegno tattoo traditional al centro (a mio gusto davvero carini), il Severe 2010 abbandonò le linee del suo predecessore per adottarne di nuove, qualche decimo più grande, ma con una distribuzione di peso non ottimale; questo Supernova invece, torna sui passi del primo Severe, ricalcandone le forme in tutto, ma leggerissimamente più largo e abbandonando i caps…rendendolo secondo me un player di riferimento tra gli YYF, come fecero prima l’888, poi il Superstar e il Genesis.

Ne sono uscite oramai come consuetudine diverse colorazioni, a seconda del player a cui è stato dedicato (per restando un signature di Severance), quindi avremo la versione Jason Lee e la Gacek, ma ne avremo anche una versione più leggera di qualche grammo.

Peso: 67.40 Grammi (63 grammi la versione lite)
Diametro: 56.10 mm
Larghezza: 44.0
Cuscinetto: .250x.500.x.187 in (C Size)
Sistema di ritorno: Silicone CBC pads 19 mm slim

Cosa fa di questo yoyo un player versatilissimo e adattissimo al gioco attuale?
Misura, peso, stabilità, distribuzione delle masse, il tutto completato da una buona finitura, niente di speciale, questo è un ottimo yoyo, punto; prende il buono del Severe (linea, masse, assenza di nottolini), salta a piè pari il Severe 2010, e aggiunge migliorie sue, apparentemente e sulla carta impercettibili, ma lanciandolo si sentono tutte eccome, poco da aggiungere.

Se avete dubbi se scegliere la versione normale o lite, sta solo al vostro gusto, il gioco è perfettamente uguale, il livello è ottimo in entrambi, cambia solo il feeling sul vostro dito medio (o indice se volete giocare come l’ideatore di questo yoyo :-) ).

Uno yoyo innegabilmente e obbiettivamente ottimo, se siete fan della YYF andate sul sicuro, se non lo siete mettete da parte i pregiudizi, pensate a che cosa è un buono yoyo e vedrete che questo yoyo, che sia fatto in USA, Cina, o Assurdistan, resta uno dei migliori dell’anno.
Undeniable ;-)

Simone

commenti sul forum: http://www.yoyomaniacs.it/forum/viewtopic.php?p=162708#p162708