«

»

nov
16

Yoyofactory – Lunatic

autore: Izzy – data: 16/11/2009

Aspettando il Tactic, ultimo modello ancora sconosciuto, ll Lunatic è il penultimo yoyo a far parte dei FundaMetal, serie di yoyo che concilia ottimi prestazioni e prezzi accessibili.

 

lunatic_rim

 

In arrivo anche la versione con cuscinetto piccolo.

Queste le specifiche della versione con cuscinetto misura C :

Peso: 67.10g
Larghezza: 39.45 mm
Diametro: 50.15 mm
Misura Gap: 4.85 mm
Cuscinetto: .250 in x .500 in x .187 (C)
Gap: Fisso
Sistema di ritorno: CBC Pads

 

Il profilo vi farà venire in mente di sicuro qualche precedente modello, come il Genesis o il Severe: una sorta di profilo “ad H” più arrotondato, che per certi versi può ricordare anche gli yoyo giapponesi della 44:Re.

 

lunatic_gap

 

Proprio il profilo, all’inizio, mi ha un pò contrariato. Non sono un amante dell’”H-shape” e certamente non è uno dei miei preferiti.
Non è molto confortevole da lanciare ed ovviamente da riprendere, ma suppongo che sia tutta una questione d’abitudine.
Saranno sicuramente dovute a questo fattore quindi le mie prime avversioni, perchè lancio dopo lancio il feeling aumentava.

Le incisioni al laser sono piuttosto semplici e sobrie, niente di particolarmente entusiasmante.

 

lunatic_graphic

 

La finitura è piacevole al tatto, credo si tratti di una micropallinatura molto leggera, perchè i grind, pur non essendo facilitati dalla forma, sono fattibilissimi.
Anche gli amanti degli inner-rim-grind saranno contenti per la presenza di un piccoli scalino che li facilita.

Ciò che mi rendeva scettico riguardo questo yoyo, era il sistema di ritorno utilizzato. I cosiddetti CBC pads, ovvero la nuova versione dei vecchi K-pads.
Prodotti in Cina, ed usati sui nuovi plasticoni (Counter Attack, Die-Nasty, Protostar) hanno deluso molti yoers oltreoceano.
Il solchetto è praticamente identico a tutti gli ultimi modelli della Yoyofactory, e sicuramente profondo abbastanza da essere riempito con il silicone.
Personalmente, non trovo nessuna pecca in questi nuovi pads : i bind sono ottimi e decisi, e durante il gioco, anche in controrotazione, non aggrediscono mai.

 

lunatic_open

 

Come è possibile notare dalle specifiche, questo yoyo ha un peso sostenuto. Sicuramente non è una piuma, ma è proprio grazie al consistente peso sui rim esterni, che questo possiede ottimi tempi di sleep. Pur con 67 grammi sull spalle, l’agilità non ne risente affatto.
Un piccolo problema, invece, riguarda la stabilità. Come altri modelli della stessa casa, questo yoyo tende spesso ad “imbarcarsi” su un lato, obbligando una correzione per rimetterlo in asse.
Sicuramente un cuscinetto konkave aiuterebbe, ma trovo sia un incentivo al gioco pulito e sempre preciso, quindi personalmente preferisco tenerlo così.

Quando si pensa alla Yoyofactory, si pensa subito ad una delle case più consistenti degli ultimi anni. Tralasciando da parte i modelli in plastica, dove le vibrazioni possono capitare frequentemente, nei modelli di metallo la completa assenza di vibrazioni è ormai un dato certo. E il Lunatic non è da meno, con il suo gioco smooth anche a bassissime velocità.
Anche il cuscinetto SPEC già sbenzinato, contribuisce alle massime prestazioni fin dai primi lanci.
Grazie al suo profilo molto accentuato, la “catch zone” risulta enorme, consentendo a questo yoyo di non mancare mai il cordino.

Un paio di foto comparative con due altri Yoyofactory :

G5+ – Lunatic – Skyline

lunatic_comp_gaplunatic_comp_rim

 

Pollice in sù per Ben McPhee e la sua recente sfornata impressionante di modelli. Gli amanti dell’ H-Shape potranno trovare senza dubbio il loro nuovo yoyo preferito nel Lunatic, che, grazie al suo modico prezzo (45 Euro circa) e le prestazioni di tutto rispetto, è destinato a diventare un “must have” per tantissimi yoers.